L’azienda

BIAZZI si occupa dello sviluppo e dell’ottimizzazione di tecnologie di nicchia, attrezzature specializzate e soluzioni produttive ad alte prestazioni in tutto il mondo.

Oltre 400 impianti industriali (per esplosivi, nitrazione e reazioni gas-liquido) sono stati progettati, costruiti e messi in funzione con successo per clienti di tutto il mondo.

Principi guida:

  • Concentrarsi sui punti di forza principali, mantenere e sviluppare il know-how aziendale
  • Concentrarsi sulle nicchie e differenziarsi sul mercato grazie all’innovazione.
  • Investire nello sviluppo del personale e della tecnologia
  • Concentrarsi su una forte presenza sul mercato.

La storia

1933

1935

1936

1943

1946

1949

1954

1956

1957

1974

1980

1990

2002

2014

2020

1933

Primo schizzo di un impianto continuo per la nitrazione della glicerina

Nel 1933 Mario Biazzi abbozzò un impianto continuo per la nitrazione della glicerina, secondo la sua idea originale. L’apparato di nitrazione è dotato di un massimo di serpentine di raffreddamento e di un sistema di turbine di miscelazione estremamente potenti.

1935

Primo apparecchio per la nitrazione continua

Il primo apparecchio per la nitrazione continua fu costruito da BIAZZI nel 1935. Molti esperti di esplosivi di fama mondiale come il Dr. Phokion Naoum, della Dynamite Nobel AG, sono stati sostenitori del nuovo sistema di nitrazione BIAZZI.

L’anno successivo fu avviata la prima installazione di BIAZZI per la nitroglicerina.

Il Dr. Mario BIAZZI e il suo team svilupparono ulteriormente la tecnologia e nel 1942 realizzarono il passo successivo con l’applicazione di uno stadio di neutralizzazione diretta su un impianto su scala industriale.

1936

Mario Biazzi (1897 – 1974)

Mario Biazzi, pioniere nel campo della produzione di esplosivi e dei processi di nitrazione, ha dato il suo nome all’azienda e ha lasciato un’impressionante serie di risultati, tra cui stabilimenti di produzione nei cinque continenti.

Sviluppò e brevettò la prima unità di nitroglicerina continua nel 1936, lo stesso anno in cui fondò BIAZZI. L’impianto da 120 kg/h ha dato il via alla commercializzazione del processo di produzione continua di nitroglicerina e ha gettato le basi per le tecnologie di nitrazione di BIAZZI, che in seguito hanno dominato il mercato.

1943

Processo di produzione continua di nitroglicerina

Mario Biazzi ha creato, perfezionato e brevettato un processo più sicuro per la produzione continua di nitroglicerina. Questo processo fu riconosciuto dagli esperti di nitroglicerina e installato nelle fabbriche di dinamite di vari paesi europei, tra cui la Svizzera, dove il dottor Biazzi fu incaricato dall’esercito elvetico.

1946

Il primo impianto di nitrazione industriale

È stato costruito il primo impianto di nitrazione industriale per la produzione di nitroaromatici, un’unità da 3.000 tonnellate metriche all’anno (MTPY) per la produzione di mononitrobenzene e mononitrotoluene.

1949

Il decennio dell’espansione BIAZZI

Mario Biazzi ha formalmente installato i suoi uffici a Vevey, in Svizzera. Ha anche investito in una piccola fabbrica di esplosivi vicino a Udine, in Italia, la Dinamite S.p.A.

Questo fu l’inizio del decennio di espansione del BIAZZI. L’ufficio di Vevey impiegava circa venti persone, la maggior parte delle quali altamente specializzate. Il centro di ricerca e lo stabilimento di Mereto di Tomba contribuirono al successo dell’impresa e lo sviluppo e l’applicazione di nuovi metodi di produzione conquistarono molti futuri clienti.

Anche la Dinamite di Udine ha continuato a svilupparsi e a diversificare la sua produzione. Al portafoglio di esplosivi esistente sono stati aggiunti diversi prodotti farmaceutici e agrochimici che richiedono fasi di produzione delicate o pericolose.

1954

SAFEX Internazionale

Per tutta la sua carriera Mario Biazzi si è preoccupato soprattutto della sicurezza degli impianti. Negli anni Cinquanta si sono verificati troppi incidenti nell’industria degli esplosivi e la gravità della maggior parte di essi era allarmante.
Mario Biazzi è stato l’ideatore e uno dei membri fondatori di SAFEX International, un’associazione no-profit il cui scopo è migliorare la sicurezza nell’industria degli esplosivi. Attualmente SAFEX conta più di 110 membri in oltre 50 Paesi del mondo.

1956

Impianto di produzione di nitroglicerina

Il più grande impianto al mondo per la produzione di nitroglicerina (quasi 2000 kg/ora) si trova a Deer Park (Australia).

1957

Sistema di controllo remoto

Per l’impianto ICI di Ardeer, in Scozia, è stato ideato un sistema di controllo a distanza. Il primo risultato positivo della ricerca sulla sicurezza è stata l’applicazione dei controlli a distanza in tutti gli impianti di produzione BIAZZI. Gli operatori dell’impianto erano situati in un rifugio ben protetto dal rischio di esplosione.

Pochi anni dopo, nel 1960, BIAZZI compie un enorme passo avanti nell’automazione industriale e un grande balzo verso la sicurezza. Il primo impianto interamente automatizzato per il trasporto, lo stoccaggio e la pesatura della nitroglicerina.

1974

Mario Biazzi

Morte di Mario Biazzi a Torino, Italia, all’età di 77 anni.

Alla sua morte erano stati consegnati e installati 130 impianti di nitrazione in tutto il mondo.

Con l’aiuto di specialisti altamente qualificati, le innovazioni del Dr. Mario BIAZZI hanno reso BIAZZI un leader mondiale nelle tecnologie industriali di nicchia.

1980

Con un’attenzione particolare alla sicurezza e all’efficienza, BIAZZI ha continuamente innovato e migliorato la sua esperienza nella nitrazione aromatica. Hanno costantemente ampliato la loro capacità e abbracciato l’automazione per migliorare le loro capacità. In questi decenni sono stati costruiti oltre 20 impianti con capacità fino a 50.000 MTPY.

1990

Idrogenazione

Nel 1990, BIAZZI ha intrapreso un nuovo campo: l’idrogenazione. Questo intricato processo, spesso eseguito a pressioni e temperature elevate, richiedeva una profonda competenza in materia di sicurezza, tecnologia di processo e progettazione delle apparecchiature. Il team BIAZZI ha progettato un reattore speciale per affrontare le sfide incontrate nell’idrogenazione e in reazioni gas-liquido simili.

2002

Sistema di azionamento magnetico BIAZZI

BIAZZI ha sviluppato un azionamento magnetico per il suo reattore di idrogenazione senza tenute meccaniche. Questo sistema garantisce un confinamento completamente sicuro dell’idrogeno. La sua funzionalità magnetica elimina un’ampia gamma di problemi meccanici e riduce la manutenzione e i tempi di fermo del reattore.

2014

I più grandi impianti di produzione di dinitrotoluene (DNT) e toluendiammina (TDA) con una capacità totale equivalente di 300’000 MTPY di TDI.

2020

Concentrandosi sulla sicurezza, l’affidabilità e l’efficienza, BIAZZI perfeziona e sviluppa costantemente le sue tecnologie all’interno del suo portafoglio di materiali energetici. All’inizio del decennio, BIAZZI si è modernizzata fino a raggiungere l’attuale stato dell’arte per alcuni processi a valle dei materiali energetici.

Squadra

DR. MORITZ MÜHLEMANN

Direttore tecnico, co-CEO

Prima di assumere la responsabilità del Dipartimento di Ingegneria di BIAZZI, ha ricoperto diverse posizioni all’interno di BIAZZI e si è occupato di vendite, gestione di progetti, avviamento di impianti e turn-around in tutto il mondo. Moritz fa parte del management di BIAZZI dal 2001, è diventato Vice Direttore Tecnico nel 2014 e Direttore Tecnico nel 2016.

Ha completato un apprendistato di 4 anni come meccanico prima di conseguire la laurea. in Ingegneria meccanica presso il Politecnico di Winterthur, Svizzera. Dopo una breve permanenza nell’industria, si è trasferito negli Stati Uniti dove ha conseguito un M.Sc. e dottorato di ricerca in Ingegneria Chimica presso RPI, Troy NY, concentrandosi sul bioprocesso continuo / controllo dei bioprocessi. È entrato in BIAZZI nel 1997 e ha conseguito un EMBA presso l’IMD di Losanna, Svizzera, nel 2003.

Moritz gestisce BIAZZI insieme a Martin.

MARTIN EKSTRAND

Direttore commerciale, co-CEO

Martin è entrato in BIAZZI nel 2004. Ha conseguito un master in ingegneria chimica presso il Politecnico federale di Losanna (EPFL).

Martin ha iniziato la sua carriera in BIAZZI come ingegnere di processo nel reparto di ricerca e sviluppo. Ha poi assunto la posizione di responsabile del reparto Tecnologia di processo, che ha ricoperto per 7 anni. Ha acquisito esperienza pratica durante la messa in funzione di diversi impianti in tutto il mondo prima di passare alle vendite, alla finanza e all’amministrazione.
Oggi è responsabile di tutte le attività commerciali di BIAZZI.

Martin gestisce il BIAZZI insieme a Moritz.

PASCAL HEITZMANN

Responsabile progetti chimici

Pascal è entrato in BIAZZI nel 1991. Si è laureato come ingegnere chimico presso la Scuola di Ingegneria di Ginevra, in Svizzera.

Ha iniziato la sua carriera in BIAZZI come Project Engineer. È diventato Project Manager nel dipartimento di Reazioni Chimiche e Gas-Liquidi e ha acquisito una profonda esperienza nei progetti farmaceutici e nella loro validazione.

Ora è responsabile del dipartimento di Chimica e Gas-Liquidi.

GILLES LEHMANN

Responsabile progetti materiali energetici

Gilles è entrato in BIAZZI nel 1996. Si è laureato come ingegnere meccanico presso la Scuola di Ingegneria e Management di Yverdon, in Svizzera (HEIG-VD).

Prima di lavorare per BIAZZI, Gilles ha lavorato come apprendista meccanico presso l’azienda chimica svizzera CIBA-GEIGY. In BIAZZI ha iniziato come Project Engineer per poi diventare Project Manager nel reparto dei reattori gas-liquidi e successivamente nel reparto dei materiali energetici. Durante la sua permanenza in BIAZZI, ha acquisito una vasta esperienza in tutti i dettagli intrinseci del progetto, dalla progettazione all’ingegnerizzazione, fino alla messa in funzione e all’avviamento.

Attualmente è responsabile del reparto esplosivi di BIAZZI.

STEFANO OLGIATI

Responsabile progetti di automazione

Stéphane è entrato in BIAZZI nel 1996. Ha conseguito un B.Sc. in Ingegneria meccanica presso la Scuola di Ingegneria e Management di Yverdon, Svizzera (HEIG-VD). Ha completato 4 anni di apprendistato come meccanico presso la SAPAL di Losanna nel settore delle macchine per l’imballaggio.

Prima di entrare in BIAZZI, Stéphane ha lavorato per Reuge SA, un produttore svizzero di carillon meccanici. Ha iniziato la sua carriera in BIAZZI come Project Engineer nel reparto Materiali Energetici per poi passare al team di automazione dove ha progettato sistemi di strumentazione e controllo per tutti i tipi di progetti in BIAZZI. In seguito è diventato Project Manager del reparto Automazione, dove ha guidato le attività di commissioning e start up di oltre 15 importanti progetti BIAZZI negli ultimi 10 anni. In totale, Stéphane ha partecipato a più di 40 messe in servizio di impianti chimici in tutto il mondo, dove ha acquisito una grande pratica di lavoro sul campo.

Oggi è responsabile del reparto Automazione di BIAZZI.

GUILLAUME LEMARCHAND

Responsabile della tecnologia di processo

Guillaume è entrato in BIAZZI nel 2011. Ha conseguito un Master in Ingegneria Chimica presso la Scuola Nazionale di Ingegneria Chimica di Nancy, Francia (ENSIC).

Guillaume ha iniziato la sua carriera come ingegnere di processo presso la società di ingegneria Foster Wheeler in Francia. È entrato in BIAZZI come Ingegnere di Processo nel dipartimento di Ricerca e Sviluppo, dove ha lavorato allo sviluppo di tecnologie di processo innovative e ha acquisito una preziosa esperienza pratica durante la messa in servizio e l’avvio di progetti in tutti i settori di BIAZZI.

Dal 2018 ricopre la posizione di Responsabile della Tecnologia di Processo, dove è responsabile dello sviluppo dei processi e della chimica in tutti i settori di BIAZZI.